Powered by Blogger.

Inserti in pelliccia - Tendenza autunno inverno 2017/2018

Wednesday, January 31, 2018

6 comments :
La pelliccia (o ancora meglio l'ecopelliccia!) rimane senza dubbio un must della stagione fredda e uno dei capispalla che non possono mancare nei nostri armadi. Ma in questo autunno-inverno 2017-2018 questa morbida tendenza si estende ancora di più, ricoprendo i nostri capi di inserti in pelliccia, per renderli ancora più caldi e originali. 
Inserti in pelliccia - Tendenze autunno inverno 2017/2018 

Inserti in pelliccia - Tendenze autunno inverno 2017/2018 

La pelliccia diventa così quasi un accessorio, un vezzoso inserto che va ad impreziosire i nostri capi. Gli inserti in pelliccia arricchiscono colli, maniche, diventano morbide tasche o simpatici pon-pon. Il tutto non solo in tonalità neutre, ma anche in una esplosione di colori, per combattere il grigiore dell'inverno (si è parlato a questo proposito addirittura di "crazy fur"). 
Grazie alla pelliccia, anche i capi più sportivi, come le felpe, possono acquistare un non so che raffinato ed elegante. 
E anche gli accessori ovviamente si impreziosiscono di inserti in pelliccia, in primis le calzature: dai tacchi, alle sneakers, passando per ciabatte (ricordate ad esempio le ciabatte pelose che ho indossato nel mio post sullo shopping natalizio?) e slippers (io sto ancora pensando si comprarmi le Princetown di Gucci, cosa ne pensate?). 
La mia felpa con inserti in pelliccia

La mia felpa con inserti in pelliccia

Ecopelliccia che passione! Inverno dopo inverno, continuo a collezionarne in ogni colore e questa stagione mi sono lasciata conquistare anche dal trend degli inserti in pelliccia. 
Nel mio armadio ha fatto il suo ingresso questa semplicissima felpa bianca, resa speciale proprio da delle maxi maniche in pelliccia multicolor. Insomma, quando si dice "il dettaglio che fa la differenza". 
Un capo divertente e originale, che ho deciso di indossare con pantaloni con riga laterale e tronchetti neri. Semplice ma con stile. Cosa ve ne pare del risultato finale?
felpa pelliccia multicolor

Sneakers flatform - Una tendenza dal sapore anni '90

Tuesday, January 30, 2018

1 comment :
Pronte a tirare fuori dalla naftalina qualche capo dei tempi del liceo? Gli anni '90 sono sempre più di moda e riportano in auge tante tendenze sia nel campo della moda che in quello beauty. 
Dalla salopette di jeans alle pettinature frisé, passando per i crop top per arrivare ad un vero accessorio cool: le flatform. 
Forse anche voi ai tempi avete posseduto un paio di Buffalo o comunque ricorderete le scarpe "spaziali" indossate dalle mitiche Spice Girls. Rivisitate in versione sneakers, decisamente più portabili ma comunque dotate di un forte carattere, sono la scarpa del momento per chi non ha paura di osare. 
Sneakers flatform - Una tendenza dal sapore anni '90

Sneakers flatform - Una tendenza dal sapore anni '90

Ma cosa sono precisamente le sneakers flatform? Sono scarpe da ginnastica con una suola piatta, alta, anzi altissima! La scelta ottimale per le donne che vogliono rimanere pratiche senza rinunciare all'altezza, slanciano infatti la figura senza affaticare la camminata. 
E ricordate, più la suola sarà alta, più sarà l'effetto cool! 
Sneakers flatform - Una tendenza dal sapore anni '90

Sneakers flatform - Il mio modello Moa Master of Arts 

Conquistata da questo trend anni '90, per me ho scelto un modello della nuovissima collezione Spring Summer 2018 del brand Moa Master of Arts. Parte della capsule realizzata in collaborazione con Disney, hanno un delizioso ricamo traforato dedicato a Mickey Mouse, e un dettaglio di perle, sempre a tema topolino che impreziosiscono i lacci. La suola, rigata in perfetto stile anni '90,  è altissima ma super leggera: il risultato? vi sentirete davvero alte ma riuscirete a camminare e a muovervi in tutta comodità. 
Sneakers flatform - Una tendenza dal sapore anni '90

Sneakers flatform - Il mio outfit 

Ma come ho abbinato queste favolose sneakers flatform? Essendo comunque delle scarpe che non passano inosservate, ho deciso di optare per un look basico tutto sui toni del bianco e del nero: un paio di eleganti pantaloni a sigaretta neri e un top plissettato entrambi firmati Cuanna
E per aggiungere un tocco sempre a tema Disney ho scelto la mia nuovissima borsa NOTD!STURB, un vero e proprio gioiello personalizzato per me e dipinto a mano dalle talentasse Gemma Vaccaro e Giulia Sella. Un oggetto così non ha davvero bisogno di presentazioni! 
Cosa ne pensate del risultato finale? 
sneakers moa master of arts

Cosa fare in estate a Madonna di Campiglio?

Monday, January 29, 2018

3 comments :
Madonna di Campiglio è lo sci. Gli oltre 150 chilometri di piste, gli impianti di risalita e i 4 snowpark rendono il comprensorio – che per raggiungere questi numeri da capogiro beneficia dell’unione con altre due importanti skiarea, quelle di Marilleva e Folgarida ­– noto a livello internazionale. Qui si allenano e corrono i professionisti, ma in un comune di neppure 900 anime, si potrebbe pensare che con la stagione sciistica finisca anche il divertimento. Non è così: come molte altre località del Trentino-Alto Adige, Madonna di Campiglio è un’apprezzata località turistica anche d’estate, prediletta dagli amanti della montagna, della natura e del clima piacevole. 

Le escursioni, all’interno del Parco Naturale Adamello Brenta, sono divertenti e adatte sia agli appassionati che ai neofiti. È possibile intraprendere, ad esempio, il celebre Giro dei 5 laghi, che comprende un tratto di funivia e una sosta presso il Lago Nambino, oppure il tour delle Cascate di Vallesinella, imperdibile durante la bella stagione. I camminatori principianti si troveranno a loro agio con la gita ai Masi di Claemp, mentre chi cerca emozioni forti potrà affrontare il trekking in alta montagna per salire ai 2.487 metri del Rifugio 12 Apostoli (se prevedete di arrivare tanto in alto, abbiate cura di munirvi di adeguata attrezzatura e, prima di partire, assicuratevi di consultare il meteo). Gli appassionati della mountain bike avranno la possibilità di percorrere su due ruote moltissimi itinerari mozzafiato, mentre gli amanti del risotto potranno tentare la fortuna passeggiando per i boschi alla ricerca di porcini. 

Questo perché Campiglio non è solo sport: se si dispone di un’auto, è possibile fare il pieno di cultura raggiungendo la vicina Trento o l’antico Castello di Stenico, edificato nel secolo XII. Tornando negli immediati dintorni del paese, le famiglie con bambini ameranno invece poter scegliere tra un’escursione a cavallo e una visita a una delle numerose fattorie didattiche del Parco, pensate per insegnare alle nuove generazioni i valori tradizionali, il rispetto della natura e del mondo rurale. E poi il dog trekking, i parchi giochi, i musei: insomma, Madonna di Campiglio sarà speciale d’inverno, ma certo merita una visita anche d’estate. Visitate la sezione Alberghi di Expedia per trovare l’hotel o il B&B adatto a voi e scopritelo di persona!
madonna di campiglio in estate



Icone di stile e di carattere: oltre la gonna c'è di più!

1 comment :
Il ventesimo secolo di Hollywood ci ha regalato una carrellata di donne meravigliose, vere icone di uno stile intramontabile tra cinema, moda e glamour. 
Una delle stelle che ancora oggi viene ricordata come l'attrice più elegante e femminile degli anni cinquanta, incarnando quell'idea di femminilità aristocratica e nello stesso tempo moderna, è Audrey Hepburn. Come dimenticare la sua interpretazione nella pellicola cinematografica "Colazione da Tiffany", con l'iconico tubino nero, o in "Vacanze romane" nelle vesti di una principessa sognatrice, col suo fascino leggiadro e angelico che si perde in vespa per le viuzze della città capitolina? Come la sua coetanea Grace Kelly, che abbandonerà troppo presto le scene per una vita più regale al cospetto del suo amato principe, anche la Hepburn fa parte delle stelle hollywoodiane dallo stile sofisticato ma anche familiare, che furono tanto ammirate e corteggiate dalle case di moda per rappresentarle dinnanzi al grande pubblico.
audrey hepburn
Fonte: Pixabay

Costumi Carnevale 2018 - Una proposta mamma e figlia

4 comments :
Un'importante ricorrenza si avvicina! Sto parlando del Carnevale 2018, che cade in data 11 febbraio. Una festa amata da grandi e piccini e che da sempre rappresenta un momento di divertimento: si mangiano gustosi dolcetti (io adoro le frittelle!), si lanciano coriandoli e stelle filanti e soprattutto ci si veste in maschera!
E visto che quest'anno mi sto sempre più appassionando alla tendenza mini me, ecco per voi una proposta costumi Carnevale 2018 per mamma e figlia
Costumi Carnevale 2018 - Una proposta mamma e figlia 

Funidelia - Costumi di Carnevale online 

Se siete alla ricerca di un costume coordinato mamma figlia per questo Carnevale, il mio suggerimento è quello di fare un salto su Funidelia, il negozio online di costumi per bambini e adulti dove trovare tantissime proposte originali e a ottimo prezzo (con spedizione in 24h e restituzione gratuita!). Dai personaggi di Star Wars ai supereroi, dagli animali ai grandi classici del mondo Disney: avrete davanti a voi un vero e proprio universo di scelte per divertirvi e sorprendere i vostri amici alle feste in maschera! 
E ovviamente troverete anche tantissime decorazioni per i vostri party a tema e anche varie tipologie di accessori, se non avete voglia di mascherarvi completamente ma siete comunque alla ricerca di qualche oggetto simpatico per ricordare il Carnevale. 
Fateci un giro e sono sicura che il vostro carrello non rimarrà vuoto! 
Costumi Carnevale 2018 - Una proposta mamma e figlia 

Costumi Carnevale 2018 - Una proposta mamma e figlia 

Fra i tanti costumi Carnevale 2018 per mamma e figlia, per me e Flaminia ho scelto un grande classico ma tornato in auge anche in virtù del recente remake hollywoodiano. 
Ed eccoci qua con i nostri costumi Wonder Woman, diversi ma coordinati ed entrambi curati in ogni minimo dettaglio. 
Che ne dite, non siamo fantastiche? Scusateci, adesso andiamo a salvare la terra! 
costumi Carnevale mamma figlia

Come vestire i bambini - Tre proposte in grigio

Friday, January 26, 2018

6 comments :
Vestire i bambini in grigio? Perchè no! Soprattutto per le femminucce il grigio è un colore molto raffinato ed elegante e può essere una alternativa perfetta al classico rosa (basta vestire le bimbe solo di questo colore!), al blu (decisamente più maschile) e al nero. Dunque care mamme, non abbiate paura e sceglietelo pure per il guardaroba invernale dei vostri piccoli. 
Come vestire i bambini - Tre proposte in grigio 
Ma come abbinare il grigio? 
Una idea può essere innanzitutto quella di creare dei look tono su tono, con diverse sfumature grey e dei tocchi di argento per aggiungere luce (ad esempio dei ricami di paillettes). 
Il grigio si abbina perfettamente con il bianco, che regala a questo colore invernale una luce immediata.
E ancora è molto elegante combinato con il blu o con il rosso, per degli outfit davvero chic! 
Come vestire i bambini - Tre proposte in grigio 

Vestire i bambini in grigio - Tre look in grigio per baby Flaminia

Per Flaminia scelgo spesso il grigio, ed ecco quindi per voi tre proposte outfit in questo raffinatissimo colore. 
Come vestire i bambini - Tre proposte in grigio 
Per Capodanno, Flaminia ha indossato un delizioso abito Malvi, con gonna in tulle e mobido bolerino in felpa. Un paio di sneakers per rendere più comodo il tutto et voilà, una principessa pronta a salutare l'arrivo del nuovo anno!
come vestire i bambini

Come funziona il noleggio auto a lungo termine

Thursday, January 25, 2018

2 comments :
Le esigenze quotidiane legate alla mobilità personale continuano a cambiare sempre più velocemente e il bisogno di un’automobile per i propri spostamenti si adegua al mutare degli stili di vita.
Negli ultimi anni, accanto ai tradizionali metodi per usufruire di un’autovettura come l’acquisto (del nuovo o dell’usato) o il leasing, sempre più frequentemente si sente parlare di noleggio a lungo termine.

Il noleggio auto a lungo termine, che solo fino a pochi anni fa era una pratica riservata a professionisti ed aziende e che negli ultimi tempi si è aperto anche al mercato dei clienti privati, è una particolare forma di noleggio auto che permette di godere di usufruire di tutti i vantaggi di un’auto di proprietà, senza accollarsi i costi (soprattutto quelli nascosti) che si devono affrontare quando si decide di acquistare una nuova auto.

Si tratta di una particolare forma di contratto, mediante il quale una società di noleggio (che è la proprietaria dell’auto) mette a disposizione del cliente, dietro il pagamento di un canone mensile, una nuova auto per un periodo di tempo che va da un minimo di 2 anni, ad un massimo di 5 anni e per un certo chilometraggio previsto.
Nella maggior parte dei casi, il contratto di noleggio auto a lungo termine non prevede nessun anticipo da versare all’atto della sottoscrizione.

Il canone mensile fisso include tutti i costi e i servizi relativi all’auto quali la tassa di circolazione (bollo), l’assicurazione RCA, l’assicurazione contro furto ed incendio ed eventualmente anche la Kasko (cioè la copertura assicurativa per i danni procurati alla vettura dal cliente stesso), la manutenzione ordinaria e straordinaria, il cambio gomme e l’assistenza stradale.

Le uniche spese di cui il cliente si dovrà preoccupare, durante tutta la durata del noleggio, sono quelle relative al carburante, ai pedaggi autostradali, alle spese di parcheggio e ricovero dell’automobile e, ovviamente, a quelle derivanti da eventuali multe.

Le società di noleggio auto a lungo termine offrono una vasta scelta di modelli nuovi tra le auto (o anche veicoli commerciali) più richieste dal mercato: dalla piccola citycar all’utilitaria, dalla berlina media fino ai SUV, ognuna delle quali potrà essere equipaggiata con diverse motorizzazioni potendo optare, ovviamente, anche tra vari livelli di allestimento.

Il canone mensile è legato al tipo di auto scelta e agli optional inclusi in quello specifico modello: generalmente si parte da cifre di poche centinaia di euro per una citycar o un’utilitaria, per poi salire di prezzo man mano che si prendono in considerazione auto più grandi e più lussuose.

Per poter usufruire del servizio di noleggio auto a lungo termine non sarà necessaria la carta di credito (come invece avviene con il tradizionale noleggio auto di breve durata), non vi è nessuna esposizione bancaria e, come detto in precedenza, in molti casi non sarà necessario versare nessun anticipo iniziale.

L’unica cosa che si dovrà dimostrare, al pari di ciò che avviene durante l’accensione di un comune finanziamento quando si acquista una nuova auto, è di essere in grado di poter sostenere la spesa mensile relativa al canone.

Per questo, sarà sufficiente fornire la busta paga, in maniera tale che la società di noleggio possa accertarsi che il reddito del cliente sia congruo a quanto richiesto per il noleggio.

La documentazione richiesta è formata dai seguenti documenti:
· CUD/Dichiarazione dei redditi;
· Le ultime due buste paga (con contratto a tempo indeterminato);
· copia documento di identità e copia del codice fiscale;
· coordinate bancarie (IBAN) per il pagamento del canone mensile.
noleggio auto a lungo termine

Un abito sottoveste super romantico

2 comments :
Già la scorsa stagione vi avevo parlato della tendenza degli abiti sottoveste, presi in prestito dal mondo della lingerie. Un trend ancora attuale, soprattutto per le ragazze dall'animo romantico come me. Leggeri e impalpabili, da indossare da soli o anche abbinati a dei maxi maglioni, che li lascino solo intravedere. O ancora indossati sopra una t-shirt o un lupetto, a creare un layering dal sapore moderno. E il protagonista del mio look di oggi è proprio un abito sottoveste super romantico, firmato Foudesir
Foudesir - Unicità, ricerca e cura dei dettagli 

Foudesir - Unicità, ricerca e cura dei dettagli 

Foudesir è un brand che nasce dalla quarantennale esperienza nel settore tessile di una azienda tutta italiana. Da un lato dunque il know-how della sartoria classica artigianale e del confezionamento capi, la conoscenza del mondo del denim, del trattato e del tinto in capo e dall'altro creatività e ricerca, per dare vita a collezioni di tendenza, uniche, che vogliono stupire. 
Applicazioni di pizzo, strass, borchie, toppe colorate, dettagli in lurex, ricami, paillettes, stampe…sono solo alcune delle lavorazioni in grado di rendere un capo qualunque, “IL” capo, donandogli la rarità di un gioiello prezioso. 
Tutto questo e molto altro ancora... è Foudesir! 
Un abito sottoveste super romantico 

Un abito sottoveste super romantico 

Ma veniamo al mio abito di oggi. Un meraviglioso capo composto da sottoveste rosa antico con dettagli in pizzo e maxi vestitino nero in tulle. Da portare insieme per un effetto super raffinato ma anche separati... insomma due capi in uno! 
Un abito che mi fa sentire come una principessa, ma pur sempre con un animo un pò rock. Perfetto con un paio di classiche decollettés o anche con un paio di anfibi. 
E voi cosa ne pensate? Come indossereste questo abito sottoveste?
Un abito sottoveste super romantico 
abito sottoveste

Simplicity Wins for The Most-Pinned Engagement Ring

Wednesday, January 24, 2018

2 comments :
When you’re shopping for an engagement ring, Pinterest has become one of our go-to resources. Not only is it a good place to find engagement ring trends, but it’s also a wonderful tool for her to get ideas and inspiration about the diamond she loves most. 

So far, simplicity and minimalism are the top trends for engagement rings. A breathtaking rose gold solitaire ring, similar to this one, has been pinned more than 100,000 times this year! If you’re planning to propose and are shopping for the diamond of her dreams, see how you can draw inspiration from the most-pinned engagement ring. 

There’s something to be said about the understated, glamorous look of a solitaire diamond. Many women are looking for a ring with timeless beauty, and you can’t go wrong with the solitaire! Without any embellishments, a solitaire diamond has room to truly shine–and complements almost every outfit or accessory she’ll wear. 
The year of simplicity, and even if she’s not drawn to the solitaire diamond, there are other cuts that can give her a similar look. From emerald cuts to oval diamonds, look for skinny bands and diamonds that take center stage. By choosing a simple band for the engagement ring, it also gives her plenty of creativity when it comes to choosing her wedding band. 

This year’s most-pinned ring had a rose gold band, giving it a vintage look to pair with the sparkling, fairytale romance of the solitaire diamond. Rose gold is known for its romantic qualities–after all, who can resist the soft pink color? More practically speaking, rose gold is durable, resistant to most scratches, and surprisingly affordable. Based on the amount of copper in it, you can also customize how red or pink the band looks. A 14k rose gold ring will have more copper, so it’ll be closer to red–an 18k rose gold ring, on the other hand, will be lighter and closer to pink. 

Not sure if minimalism is the best fit for her? Consider using online tools that allow her to virtually try on different rings, so she can see which diamonds shine brightest on her hand. If you want to truly surprise her, consider her style and how much attention she likes. If she’s a trendsetter and loves unique looks, she may want something bolder than this year’s simplistic trend. When you’re ready to purchase the diamond, we have the solution to bulky engagement ring boxes! 
Check out our compact engagement ring boxes, and keep your ring safe and hidden during your romantic proposal.
Most-Pinned Engagement Ring

Reggiseni con fasce intercambiabili - I gioielli firmati Roberta Quinz

Tuesday, January 23, 2018

4 comments :
Qual'è la parte più sexy del corpo di una donna? Non il seno, non il lato b, non le gambe. Secondo me, è senza alcun dubbio la schiena. Non c'è niente di più sensuale che indossare un bell'abito che la lasci scoperta, facendo intravedere con malizia e immaginare tutto il resto. 
Rimane un grosso problema: che intimo indossare con abiti scollati sulla schiena? L'opzione no reggiseno è percorribile solo da chi ha davvero poche forme, mentre i reggiseni adesivi tanto di moda al momento non sono poi così "stabili" come può sembrare e il rischio è quello che si stacchino dopo poco. Non contemplo neanche gli anti-estetici reggiseni con inserti in silicone, da "bannare" al pari delle calze color carne. 
La soluzione definitiva è tutta made in Italy: i reggiseni con fasce intercambiabili di Roberta Quinz

Reggiseni con fasce intercambiabili - I gioielli firmati Roberta Quinz 

Se non riusciamo a non indossare il reggiseno e a nasconderlo, allora la soluzione è semplice: mostrarlo, trasformandolo in un accessorio bello da vedere, in un vero gioiello.
Ed è proprio questa la parola giusta, gioiello. Perché i reggiseni con fasce intercambiabili Roberta Quinz sono proprio questo: dei gioielli, dei capolavori del made in Italy rigorosamente confezionati a mano, che vi aiuteranno a valorizzare al meglio i vostri look e a renderli davvero unici.
Il reggiseno è studiato nei minimi dettagli per essere confortevole e bello: niente cuciture a vista o antiestetici gancetti. Abbinato alle fasce Roberta Quinz poi diventa ancora più speciale, rivestendosi di romantico pizzo, di colorate paillettes, di frange e perline dal sapore etnico o ancora di preziosi cristalli. Tante fasce diverse da collezionare e da indossare per i nostri outfit, eleganti ma anche casual.

Finalmente il reggiseno non è più un nemico da nascondere grazie a questa proposta rivoluzionaria, pratica ma anche e soprattutto di classe. Un accessorio esclusivo che riuscirà a farvi sentire meravigliosamente uniche!
reggiseni con fasce intercambiabili

Pelliccia rosa e una borsa dipinta a mano

Monday, January 22, 2018

5 comments :
Il rosa lo sapete è in assoluto il mio colore preferito. E ho anche una passione irrefrenabile per le ecopellicce, che in inverno colleziono in ogni forma e colore: morbide, calde, stilose... sono senza dubbio il capospalla che prediligo!
Fate due più due ed è scontato che una pelliccia rosa non poteva mancare nel mio guardaroba di questa stagione. 
Pelliccia rosa e una borsa dipinta a mano 
Il modello che ho scelto ha un taglio a cappotto, con un bel bavero pronunciato, maniche lunghe (personalmente non sono una fan delle pellicce con maniche a tre quarti) e tasche laterali. 
La tonalità è un rosa tenue e delicato, romantico e femminile, che ben si abbina ad ogni altro colore. 
Un capo perfetto da indossare per impreziosire un look casual o per completare un abbinamento serale raffinato in maniera trendy e moderna. Che ne dite, vi piace? 
Pelliccia rosa e una borsa dipinta a mano 

La mia borsa dipinta a mano It Bags 

E cosa abbinare ad una pelliccia rosa... se non una deliziosa borsa sempre in rosa? 
Ma non una borsa qualunque, bensì un originalissimo modello che ho acquistato su ItBagsShop: una maxi shopper in vera pelle made in Italy dipinta a mano
Trattandosi di una decorazione artigianale, ogni articolo si differenzia dagli altri, ed è quindi un pezzo unico, nel vero senso della parola. 
Io adoro queste scritte super colorate e che ricordano la street art!
Una borsa super fashion ma anche comoda, non solo per l'ampiezza ma anche per tanti piccoli dettagli: la comoda tasca interna con zip, le due tasche interne porta cellulare, il piccolo specchio estraibile con cornice in pelle (non si sa mai di avere bisogno di un ritocchino al make up!). 
Insomma... un accessorio a cui è davvero impossibile resistere e che tra l'altro trovate disponibile a saldo sul sito di ItBags...e per il quale potrete anche usufruire del mio speciale codice sconto del 10% elisa18 (valido fino all'8 febbraio su tutti i modelli!). Buono shopping!
borsa artigianale made in Italy

Tornare in forma dopo le feste con i prodotti Geomar

Saturday, January 20, 2018

3 comments :
Finite le feste, ci troviamo per forza di cose a far i conti con gli eccessi alimentari a cui sicuramente abbiamo ceduto. Abbiamo esagerato con il cibo e magari anche tralasciato il nostro allenamento quotidiano. Come fare dunque per tornare in forma dopo le feste
La soluzione per essere sempre belle e toniche è davvero pratica e semplice: l'uso dei prodotti Geomar, rispettosi dell’ambiente e della pelle, piacevoli da usare, di elevatissima qualità, davvero efficaci e con un giusto prezzo. 

Geomar - Tre step per tornare in forma 

All'interno della vasta gamma di prodotti Geomar, tre in particolare sono quelli che vi consiglio di usare per rimettervi in forma, creando una beauty routine in tre step che in soli dieci giorni consente di raggiungere risultati visibili : 

Primo step - Lo scrub 
Come sicuramente saprete, uno dei segreti per avere una pelle sempre perfetta, liscia e luminosa è quello di esfoliare periodicamente il corpo. Io ho scelto il Thalasso Scrub Emolliente Geomar che oltre alla sua funzione esfoliante contiene oli emollienti, che nutrono la pelle lasciandola davvero morbida e idratata. Contiene anche estratti di fragola, ricchi di antiossidanti che aiutano a ridurre la visibilità dei segni del tempo sulla pelle e oligoelementi del Mar Morto, che restituiscono alla pelle luminosità ed elasticità. 

Secondo step - Fango
Il trattamento prosegue con il fango ed in particolare Fango d'Alga Oceanica Geomar, che grazie alla sua azione lipolitica e drenante, aiuta a ridurre gli inestetismi della cellulite.
Come si utilizza? Dopo aver mescolato il prodotto, si applica uno strato abbondante sulla pelle detersa e asciutta, massaggiando leggermente. Si lascia poi in posa per quindici minuti per poi risciacquare con acqua tiepida.

Terzo step - La crema
In caso di cellulite particolarmente resistente, infine, il trattamento si conclude con la Crema Gel Effetto Urto Geomar, un gel specifico che aiuta a combattere gli inestetismi della cellulite soprattutto nei punti più critici come cosce, glutei, pancia.  I principi attivi sono escina, estratti di salvia e di centella, caffeina ed estratti di alghe purissime, proteine vegetali, derivati ad alta capacità drenante ed oligoelementi del Mar Morto.
Come utilizzarla?
Applicate la crema sulle zone d’urto, massaggiando dal basso verso l’alto fino a completo assorbimento. Fare due applicazioni al giorno durante la "fase d'urto", passando ad una durante la fase di mantenimento.

Tre semplici prodotti, per rendere più facile il percorso verso la remise en forme. 
Pronte a diventare anche voi #geomargirl come me?
tornare in forma dopo le feste

In settimana bianca con i bambini

Thursday, January 18, 2018

2 comments :
Anche se personalmente sono una amante del sole e del mare, devo dire che negli ultimi anni la settimana bianca è diventata un appuntamento irrinunciabile. Un momento per prendersi una pausa di relax dal lavoro, divertendosi sulla neve, respirando aria fresca e godendo di panorami unici.
Ma da quando è nata la piccola Flaminia l’organizzazione di questa vacanza è ovviamente cambiata; la settimana bianca con i bambini per essere davvero piacevole deve essere infatti pianificata in maniera intelligente, per stare bene assieme e soprattutto non tornare più stressati di prima in città!
Ecco dunque tutti i miei consigli per organizzarla al meglio!

Settimana bianca con i bambini: la meta

Se i vostri bimbi sono ancora piccoli, come nel mio caso, è importante tenere presente che o non potranno sciare o che comunque non potranno trascorrere l’intera giornata sulle piste. Per questo motivo, nella scelta della destinazione, vanno tenute presenti le possibili attività alternative da svolgere durante la giornata. 
A questo proposito, Canazei, perla del Trentino è davvero il posto ideale per grandi e piccini. Fra le principali attrazioni, il Canazei Fun Park, un parco divertimenti sulla neve con pista da bob, gonfiabili, tappeti elastici e la nuovissima slittinovia. Siete amanti dello sport? Nello stadio del ghiaccio potrete assistere ad una partita di hockey dei Fassa Falcons. Golosi e amanti del buon cibo? Non può mancare una sosta alla Pasticceria Marlene – Tee-Cafè Stube, un paradiso dove trovare dolci, torte e l’immancabile strudel.
Altra meta family-friendly è il MUSE di Trento, il Museo delle Scienze, dove troverete percorsi dedicati alla natura alpina, alla geologia, modelli di animali preistorici a grandezza naturale e un’area didattica pensata per i bambini, dove potranno divertirsi a giocare in compagnia o imparare a riconoscere gli animali. 

Settimana bianca con i bambini: il viaggio

La preoccupazione principale di mio marito ogni volta che andiamo in settimana bianca? Il viaggio. Dover guidare con la neve infatti, anche se con le adeguate dotazioni, può non essere semplice. 
Per questo motivo preferiamo muoverci con i mezzi e grazie alle soluzioni treno+bus di Italo, possiamo raggiungere tante destinazioni (fra cui anche Canazei!) con la massima facilità e tranquillità. Per andare a Canazei, per esempio, acquistate un biglietto del treno per Verona e poi da lì prendete Italobus (sempre con lo stesso biglietto!). Dimenticate dunque la preoccupazione di dover improvvisamente dover montare le catene e godetevi il vostro viaggio!

Settimana bianca con i bambini: la valigia

Infine, cosa mettere in valigia per una vacanza sulla neve con i bambini? 
Per quanto riguarda l’abbigliamento, la strategia vincente è quella di vestire i piccoli a strati, così da poterli anche “alleggerire” negli ambienti più caldi (ad esempio all’interno di un rifugio): intimo termico, magliette e lupetti e ovviamente la classica tuta da sci
Fondamentali anche gli accessori, per proteggere le estremità del corpo che maggiormente patiscono il freddo: non dimenticate dunque calzini, cappelli, sciarpe e guanti di buona qualità. 
Da ricordarsi infine, una crema solare ad alta protezione (il sole in quota è molto più forte e dannoso) e uno stick protettivo per le labbra.

Insomma, avete scelto la vostra destinazione per la settimana bianca? Se ancora non lo avete fatto vi lascio con i suggerimenti di Italo 😉
infografica settimana bianca
E… buon divertimento sulla neve!
















Pizza napoletana, amore a prima vista

3 comments :
Noi italiani lo sappiamo bene: non esiste un tipo di comfort food migliore della pizza. Ma anche a proposito della pizza, nel Belpaese ci sono scuole ci pensiero e tradizioni diverse: alcuni la preparano alta e morbida, altri sottile e croccante, altri ancora sfogliata. Scopriamo insieme i tipi di pizza più famosi.

pizza napoletana
Fonte: Unsplash 

La pizza napoletana

Come vuole la tradizione, la pizza napoletana è fine e con il bordo spesso, chiamato 'cornicione', dalla consistenza morbida. L'origine questo piatto, che i pizzaioli napoletani fanno cuocere ad alte temperature (intorno ai 500 °C) per meno di un minuto, è molto antica, ma la pizza fatta come la conosciamo oggi risalirebbe al Settecento e sarebbe stata creata, ovviamente, a Napoli. Quali ingredienti scegliere per gustarla nel modo migliore? Nel blog di Deliveroo si trovano proposte tradizionali, dalla Napoli alla Capricciosa, passando per la Caprese, e opzioni innovative per i più fantasiosi e audaci.

La pizza a portafoglio (o a libretto)

Più che un tipo di pizza vero e proprio, si tratta di un modo di mangiarla. La pizza a portafoglio (chiamata da alcuni anche pizza a libretto) è diffusa ovunque a Napoli, meno nelle altre regioni d'Italia. Concepita più come uno spuntino che come un pasto vero e proprio, viene servita generalmente nella carta per avvolgere il pane o nella carta oleata, piegata in quattro e mangiata a morsi come fosse un panino. Più piccola della pizza normale, è solitamente meno farcita (solo pomodoro e un po' di mozzarella per la ricetta originale), ha il cornicione meno spesso rispetto alla pizza napoletana ed è fatta per essere mangiata camminando.

La pizza romana

La pizza romana risalirebbe al secondo dopoguerra, e sarebbe quindi più giovane di circa 200 anni rispetto alla versione napoletana. A differenza di quest'ultima, la pizza romana è sottile ed è caratterizzata da un impasto e un bordo croccanti: per tali caratteristiche viene anche chiamata 'scrocchiarella'. Lasciata lievitare a lungo, tra le 24 e le 100 ore, viene cotta in seguito per circa due minuti, a temperature inferiori rispetto alla pizza napoletana. Da assaggiare durante una passeggiata per le vie del centro o a casa propria grazie al servizio di pizza delivery a Roma, la versione con pomodoro, mozzarella, pecorino, sale e pepe.

La pizza al tegamino (o al padellino)

La pizza al tegamino,detta anche al padellino, viene fatta lievitare e cuocere in un contenitore di alluminio. Ad inventarla sarebbe stato un pizzaiolo torinese. Piuttosto alta e spessa, è incredibilmente soffice all'interno e croccante all'esterno. Una semplice Prosciutto e funghi o una tipicamente piemontese con formaggio Castelmagno e rucola sono una scelta ottima per chi non ha mai assaggiato una pizza al tegamino.

Pizzette, focacce e panzerotti

La ricerca della pizza perfetta può essere un'impresa ardua, soprattutto se lungo il percorso ci s'imbatte nelle circa cinquanta varianti regionali, che includono schiacciate, focacce, calzoni e panzerotti, gli uni più gustosi degli altri. Tra esse vanno menzionati almeno lo sfincione palermitano, una pizza spugnosa, simile a una focaccia, ricoperta di salsa al pomodoro e caciocavallo, e i panzerotti fritti pugliesi, ancora più antichi della pizza napoletana, ripieni di mozzarella e pomodoro.

Brazilian Hair Extensions Give You More Than Added Length

1 comment :
You just need a brief session having a hair extension specialist, and you may possess the hair that you would like. If you possess the confidence, you may also go the DIY route, particularly with high-quality extensions in the best providers like Her Hair Company. These items have revolutionized hairstyling, and provide several advantages.

Wish to look different for any special day? The affordable Brazilian hair bundles provided by online sources like Her Hair Company allow you to have hair that's simple to style for that occasion. Enter a beauty salon and also have the extension woven to your current hair. This instantly adds body and length, giving hairstylists a great deal to use.

For instance, if you wish to wow with curls or perhaps a new sexy style, a hair extension allow you need to do within an mid-day what can normally take several weeks to attain. In addition, you are able to test out variations and cuts eventually you might want to possess a pixie cut, the following you might want to have longer hair. You may also check out colors and highlights with no damage to your original hair. Simply have the extensions removed should you dislike the end result. 
Brazilian Hair Extensions

Unlike wigs, extensions don't disappear your mind after an uncomfortable stumble. For the way the extensions were attached, they feel and look much like your real human hair. For instance, a well known attachment choice is to possess your real human hair plaited using the extension while a connecting option would be put on the weave. Afterward, heat is used so the hair and also the weave are fused together, permitting a very natural finish. 

Furthermore, you can use hair closures stitched on the finished weave to disguise the seams involving the natural hair and also the weave. It makes sense a seamless finish, that will leave everybody unaware that you're putting on extensions. Each one of these procedures are painless, but you might need the aid of an expert to guarantee the the best results.

Getting a complete mind of hair that turns everyone's heads can perform a lot for yourself-esteem. Knowing you appear good using the hair you would like are only able to improve you confidence. Carefully maintained, hair extensions may last several several weeks before you need to have replacements. These means forget about frustrations over limp or coarse hair which makes styling too hard.

Vinile - Tendenza autunno inverno 2017-2018

Monday, January 15, 2018

1 comment :
Il vinile non è certo un materiale facile da indossare, ma questo autunno-inverno è senza dubbio una delle tendenze più hot! Tirate fuori dunque il vostro animo grintoso e non abbiate paura di indossare capi in pvc, super sexy e super rock.

Vinile - Tendenza autunno inverno 2017-2018

Abitini in stile Barbarella, minigonne, pantaloni skinny, trench in perfetto stile Matrix, tronchetti o stivali cuissardes: il vinile impazza e coinvolge tutto il nostro guardaroba. 
Soprattutto nelle varianti colorate, per dare un tocco di energia al grigiore invernale. 
Ma come indossare il vinile
Per evitare di cadere nel fetish o di assomigliare a Catwoman, l'importante è come sempre non esagerare scegliendo un solo pezzo in vinile per volta e mixandolo a capi più basic. Il pantalone e la gonna in vernice, ad esempio, sono perfetti abbinati semplicemente a dei maxi maglioni di lana. Così come gli stivali in vinile sono perfetti con gli abiti in maglia o comunque inseriti in look semplici e puliti. Più facili da indossare invece le borse in vernice, perfette per donare un tocco elegante (e glossy!) ad ogni look. 

Vinile - Il mio outfit rock 

Dopo aver visto Cecilia Rodriguez indossarli al Grande Fratello Vip, i pantaloni in vinile rossi di Mango sono diventati sold out in ogni store e online! Ma alla fine, dopo un pò di ricerca sul web ho trovato un "dupe" perfetto e ancora più low cost. Ed eccomi qua dunque ad indossare i miei pantaloni rossi in vinile, super lucidi e grintosi! E se Cecilia li portava con le sue Loubotin e un top scollatissimo, io ho preferito optare per un abbinamento rock: anfibi, giacca di pelle e un bellissimo foulard Siret Street Art, sui toni del bianco e nero, con tocchi di rosso che riprendono proprio i pantaloni. Si tratta più precisamente dello scialle Dark&Skulls, realizzato in modal, e con uno stile che combina alla perfezione il mood street e quello rock. La stampa, come per tutti i prodotti Siret Street Art, nasce da un disegno fatto a mano e vuole portare l'arte di strada sulle sciarpe. 
Un accessorio davvero unico!
scialle dark & skulls

Comprare followers su Instagram - Una strategia sbagliata

Sunday, January 14, 2018

3 comments :
Inutile girarci intorno, per un influencer, o aspirante tale, i numeri su Instagram contano. Avere 100mila followers anziché 1000 (giusto per fare un esempio), può aprire a maggiori opportunità di lavoro e quindi di guadagno. Anche se, fortunatamente aggiungerei, sono sempre più numerose le aziende e le agenzie di comunicazione che selezionano gli influencers seguendo parametri qualitativi, allo stesso tempo ve ne sono molte che guardano solo e soltanto ai numeri (leggetevi a questo proposito il mio post su come le aziende selezionano gli influencers). 
La tentazione per chi dunque vuole diventare fashion blogger è forte: comprare followers su Instagram. Tuttavia, si tratta di una strategia sbagliata da ogni punto di vista, scopriamo insieme perché. 
Comprare followers su Instagram - Una strategia sbagliata 

Comprare followers su Instagram - Una strategia sbagliata 

Perché comprare followers su Instagram è una strategia sbagliata? Le motivazioni sono molte. 
- Perché si tratta di un comportamento non etico. Detto in parole povere, è un pò come barare ad un esame. Volete davvero prendere questa scorciatoia scorretta anziché crescere solo e soltanto per merito del vostro impegno e del vostro lavoro? 
- Perché i followers fake sono inattivi, e di conseguenza acquistare followers vi porterà sì ad un aumento dei seguaci ma non delle interazioni, ossia di likes e commenti. 
- Perché chi acquista followers non passa inosservato. I vostri colleghi influencers, magari anche le aziende se ne accorgeranno! O perché come me hanno una memoria molto fotografica (e dunque noto le crescite nell'ordine delle migliaia) o perché utilizzano siti come Socialblade, che consentono di monitorare le statistiche di qualsiasi profilo. 
- Perché Instagram penalizza l'acquisto di followers ed effettua regolarmente una pulizia dei profili inattivi e fake. Il vostro acquisto potrebbe quindi tradursi in una semplice perdita di denaro perché i vostri seguaci acquistati potrebbero scomparire nel giro di poco. 
Comprare followers su Instagram - Una strategia sbagliata 
In sintesi, il mio consiglio? 
Non comprate followers. Se volete lavorare davvero bene e crescere su Instagram cercate di avere pazienza e di costruire la vostra base followers piano piano senza scorciatoie. 
E continuate a leggere i miei post su come diventare fashion blogger!
cardigan choosebuyshop

Nivea Urban Skin - Come proteggere la pelle dall'inquinamento e dallo stress della città

Saturday, January 13, 2018

1 comment :
Oggi voglio proporvi di fare un test: uscite una mattina con la pelle ben pulita e senza make up. Al ritorno a casa la sera, dopo una giornata in ufficio e le vostre commissioni varie a giro per la città, prendete un dischetto struccante imbevuto di acqua o tonico e passatelo sul viso. Lo troverete sporco. 
Come mai? Perchè, anche se non ci facciamo caso, la nostra pelle in città viene quotidianamente a contatto con l'inquinamento atmosferico e le polveri sottili presenti nell'aria, che si depositano sul nostro viso. Analogamente anche gli ambienti chiusi come gli uffici possono essere nocivi, a causa di condizionatori e aria troppo secca.
Il risultato? Quella che gli inglesi chiamano "smoggyface", un volto cioè caratterizzato da un tipico "grigiore cittadino". La pelle non respira, diventa disidratata e spenta. E ciò ovviamente non fa che accelerare il processo di invecchiamento cutaneo (anche precoce) e far comparire macchie, couperose... e anche rughe! 

Come  proteggere la pelle dall'inquinamento e dallo stress della città 

Come fare dunque per proteggere la pelle dall'inquinamento e dallo stress della città? Il mio alleato irrinunciabile è la nuovissima linea Nivea Urban Skin, un programma di tre prodotti super veloci, facili da usare e che combinati fra di loro compongono una skincare routine completa e rappresentano un perfetto trattamento detox per contrastare la "smoggyface". 

Nivea Urban Skin - La gamma

La linea Nivea Urban Skin comprende una crema giorno, una notte e una maschera purificante.
La crema giorno protettiva è una crema idratante dalla texture leggera, pensata per creare un effetto barriera e proteggere la pelle dagli agenti inquinanti. Si applica la mattina sulla pelle pulita prima del make up. 
La crema notte rigenerante è invece una crema idratante con una forte azione rigenerante. Da applicare dopo aver struccato e deterso il viso prima di andare a dormire, così che possa svolgere la sua azione detox durante la notte. 
Entrambe contengono acido ialuronico, estratti di tè verde bio e antiossidanti.

Ultima, ma non per importanza, la Urban Detox Mask, una maschera detox purificante a base di argilla bianca, caolino ed estratti di magnolia.
Ha una azione purificante, antibatterica e riequilibrante e grazie alla sua formulazione molto delicata pulisce e purifica in profondità la pelle ma senza aggredirla; proprio per questo è ideale anche come trattamento quotidiano. Io la adoro perchè è sufficiente lasciarla in posa solo un minuto, il prodotto perfetto per chi è sempre on the go come me! 

Grazie all'uso combinato e sinergico di questi tre prodotti Nivea Urban Skin posso affrontare senza problemi la vita in città e mantenere la mia pelle sempre protetta e luminosa! 
proteggere la pelle dall'inquinamento

Arredare con i tappeti - I tappeti fatti a mano di Sukhi

1 comment :
Quante volte vi sarà capitato di desiderare di dare un nuovo aspetto alle stanze della vostra casa? Per farlo non è certo necessario spendere un capitale o rivoluzionare l'intero arredamento, ma possono essere sufficienti anche solo dei piccoli cambiamenti. Una nuova tinteggiatura alle pareti ad esempio, l'aggiunta di quadri o ancora l'acquisto di tappeti. 
Arredare con i tappeti infatti ci consente di trasformare completamente una stanza, pur mantenendo gli stessi mobili di sempre! 

Arredare con i tappeti - I tappeti fatti a mano di Sukhi 

Se siete alla ricerca di prodotti davvero speciali, vi consiglio senza dubbio di fare un salto su Sukhi, il portale online dove acquistare tappeti artigianali, fatti a mano e su misura, provenienti da India, Nepal, Turchia e Marocco. 
Perché scegliere i tappeti di Sukhi? 
- perché si tratta di prodotti di elevatissima qualità, fatti a mano con amore, in maniera attenta e scrupolosa, destinati a durare nel tempo. I materiali impiegati sono atossici e anallergici (ad es. la pura lana) e ogni tappeto viene inoltre sottoposto ad attenti controlli prima di essere spedito. 
- perché si tratta di prodotti etici, in quanto acquistati direttamente dai produttori locali di tutto il mondo, così da garantire e salvaguardare le tradizioni dell'artigianato locale. L'eliminazione dei vari canali di intermediazione e il canale di vendita online consentono da un lato di offrire dei prezzi davvero interessanti a noi consumatori e dall'altro di garantire agli artigiani un compenso equo per il loro lavoro.

Arredare con i tappeti - Proposte per tutti i gusti 

Le tipologie di tappeti disponibili su Sukhi sono davvero tantissime: modelli di ogni dimensione, forma, colore in grado di integrarsi in qualsiasi tipo di arredo e ambiente. 
E addirittura, grazie al rapporto diretto con i produttori, grazie a Sukhi è possibile anche acquistare un tappeto personalizzato, realizzato solo per noi e in base alle nostre scelte. 

Fra i miei modelli preferiti, senza dubbio i tappeti berberi Beni Ourain ricavati dalla lavorazione della lana di pecora, che permette di ottenere delle fibre morbidissime e dei prodotti davvero super soffici. Questi tappeti sono 100% in lana e assolutamente non tinti: troveremo dunque solo i colori naturali della lana delle pecore, bianco, crema, marrone. 
Il risultato? Dei tappeti per chi ama il design minimale, che trasmettono calore e lusso, e che nella loro semplicità sono in grado di raccontare la storia di chi li ha realizzati. 

Molto più colorati invece i tappeti patchwork della Turchia, realizzati con pezzi di tappeti diversi cuciti insieme o anche i tappeti di palline, in lana e feltro, realizzati a mano in Nepal.
Prodotti di una bellezza incredibile, vere e proprie opere d'arte in grado di rendere uniche le nostre case.

E allora cosa state aspettando? Correte a dare una occhiata alle proposte di Sukhi!
arredare con i tappeti

Pitti Immagine Uomo 93 - Alla scoperta della nuova collezione Sorel

Thursday, January 11, 2018

1 comment :
Due volte l'anno Firenze si trasforma per qualche giorno nella capitale della moda maschile. 
Come? Grazie alla fiera Pitti Immagine Uomo, giunta alla sua 93esima edizione, che attira ogni stagione aziende, buyer e appassionati di fashion da tutto il mondo. 
Quando posso, adoro fare un salto a curiosare fra gli stand, e quest'anno la mia prima tappa è stata da Sorel, un brand di calzature che mi avete visto indossare sin dagli inizi del mio blog, alla scoperta della nuova collezione Autunno Inverno 2018. 

Sorel - Stile e funzionalità 

Il brand Sorel nasce nel 1962 ed è conosciuto nel mondo per la sua proposta di calzature pensate per proteggere i piedi dal freddo. Scarpe comode e soprattutto funzionali, ideate per tenerci al caldo e all'asciutto in ogni situazione, anche sotto la pioggia o nella neve. 
Ma non solo! Per Sorel infatti stile e funzionalità devono sempre coesistere. 
Nascono così calzature con un design ricercato e moderno, dettagli di tendenza: scarpe comode, calde ma anche belle da indossare! 

Sorel - La nuova collezione Autunno Inverno 2018

Con la nuova collezione Autunno Inverno 2018, Sorel strizza ancora di più l'occhio allo stile e alle tendenze, con numerose proposte pensate per accompagnarci anche nel quotidiano. 
Tantissimi i dettagli femminili: inserti in pelliccia e shearling, tacchi larghi e comodi, lavorazioni effetto glitter. 
E fra le numerose proposte di stivali e stivaletti, spicca un nuovissimo modello, che vi confesso è diventato subito il mio preferito. Kinetic: una sneaker running, senza lacci e quindi da indossare come una slip on, con suola ultraleggera e un look super moderno e urbano. Comodità assoluta per una scarpa dalla personalità forte e decisa, soprattutto nella versione total black.
Non vedo l'ora di poterla indossare!
kinetic Sorel

Maxi cardigan - Come renderlo più femminile

Wednesday, January 10, 2018

5 comments :
In inverno non c'è niente di meglio che indossare dei maxi maglioni o maxi cardigan super avvolgenti. Morbidi e caldi sono i capi perfetti per affrontare le giornate più fredde!
Ma a volte indossarli, soprattutto se hanno una vestibilità over, può voler dire rinunciare in parte alla femminilità a favore della comodità. 
Per questo oggi voglio proprio parlarvi del maxi cardigan e di come indossarlo per renderlo più femminile
Maxi cardigan - Come renderlo più femminile 

Maxi cardigan - Come indossarlo per renderlo più femminile 

Il maxi cardigan è per definizione un capo over che non segna le forme. Per renderlo meno informe un primo "trucco" è quello di legarlo con una cintura, così da segnare la vita. Un escamotage furbo e assolutamente in tendenza visto che sempre più le cinture sono state proposte dai brand di lusso e low cost, anche portate in maniera inusuale (non più semplicemente nei passanti dei pantaloni ma ad esempio portate anche sopra giacche e cappotti). 
Per aggiungere femminilità al vostro maxi cardigan è inoltre importante abbinarlo a capi che abbiano un carattere contrapposto. Niente boyfriend jeans o pantaloni troppo larghi; via libera a pantaloni skinny, leggings, gonne. Aggiungete un paio di tacchi altissimi ... et voilà! Anche con un capo comodo e caldo sarete super sexy! 
Maxi cardigan con frange Choose and Buy Shop 

Maxi cardigan con frange Choose and Buy Shop 

Il maxi cardigan che indosso oggi è uno dei deliziosi capi disponibili su Choose and Buy Shop, una boutique online che definirei 2.0 perché nata e cresciuta sul social del momento: Instagram. 
L'idea nasce dalla lunghissima esperienza nel settore moda di Mari, una giovane ragazza piena di voglia di fare e di creatività che seleziona personalmente tutti i capi proposti con una grande attenzione alla ricerca. Il risultato? Una proposta di tendenza ma anche molto originale! 
Io mi sono subito innamorata di questo cardigan/cappotto in lana, per la sua bellissima stampa dal sapore etnico e per le frange, che aggiungono un tocco di movimento. Oggi ho deciso di legarlo in vita con una fascia in pelle, abbinandolo ad una minigonna e a tronchetti neri. 
Cosa ve ne pare del mio abbinamento? 
maxi cardigan come renderlo femminile

Look mamma e figlia - Felpa Love e pellicciotto

Tuesday, January 9, 2018

6 comments :
Ormai lo avete capito che adoro creare dei look mamma e figlia in coordinato con la mia piccola Flaminia! La tendenza mini me, non è solo attuale ma anche terribilmente divertente! E' un modo per giocare insieme con la moda, e per me anche, ve lo confesso, per sentirmi un pò più giovane. Insomma, adesso che ho iniziato... mi vedrete sempre più spesso vestita uguale a Baby Flaminia. 
Look mamma e figlia- Felpa Love e pellicciotto 

Look mamma e figlia- Felpa Love e pellicciotto 

Ma veniamo nel dettaglio al look mini me di oggi! 
Protagonista è una deliziosa felpa nera con la scritta LOVE in bianco, acquistata da Florissima Kids, una deliziosa boutique multibrand 0-16 di Bitonto che ho scoperto su Instagram.
Acquistare da Florissima è semplicissimo e il customer service è sempre a disposizione su WhatsApp per ogni esigenza. Inoltre le spedizioni in Italia sono sempre gratuite e rapide:  solo 24h e riceverete i vostri acquisti.
I brand proposti, sia per l'abbigliamento che per gli accessori, sono davvero all'ultimo grido. Per mamme fashion che amano vestire i propri bimbi in maniera super fashion.
Inoltre, su Florissima Kids in questo momento trovate tanti capi favolosi scontati al 30%... approfittatene! 
Look mamma e figlia- Felpa Love e pellicciotto 
Tornando al look mamma e figlia, come ho abbinato la felpa LOVE?
Sia per me che per Flaminia ho scelto dei comodi jeggings (leggings in denim), un paio di Stan Smith e un pellicciotto bianco. Il mio è un teddy bear coat che ho recentemente acquistato su Pop Julia, super morbido e caldo; come suggerisce il nome... mi fa sentire proprio come un dolce orsetto!
Per Flaminia invece un pellicciotto Boboli, che avevo già lo scorso anno e che ho nuovamente acquistato questa stagione (nella taglia più grande) da quanto me ne ero innamorata.
E ovviamente massima attenzione anche ai dettagli con acconciature quasi in coordinato: codine per lei e trecce per me. Dite la verità, non siamo adorabili?
look mini me

Siret Street Art - L'arte di strada su sciarpe e foulard

Monday, January 8, 2018

3 comments :
Sciarpe e foulard sono accessori che tutti noi possediamo. Li indossiamo per proteggerci da vento e freddo o anche semplicemente per completare i nostri look, aggiungendo un tocco di stile. Sul mercato sono tantissime le aziende del settore, ma, fateci caso, le proposte sono più o meno sempre le stesse, stampe che si ripetono, poca originalità. 
Ed è proprio in questo contesto un pò monotono che si inserisce, a portare una giovane ventata di originalità, il brand Siret Street Art

Siret Street Art - L'arte di strada su sciarpe e foulard

Quello che distingue il brand Siret Street Art dai suoi competitor è l' unicità: si tratta infatti del primo brand che ha deciso di portare l'arte di strada su sciarpe e foulard
I graffiti dei contesti urbani si trasformano in magnifiche stampe, con colori moderni, vivaci e coinvolgenti. 

I prodotti Siret Street Art sono tutti realizzati con filati di altissima qualità, prodotti e lavorati in Italia. Ogni fase della produzione è curata nei minimi dettagli: la stampa è realizzata con una tecnica particolare, pensata per curare mantenere il dettaglio e la vivacità dei colori a cui seguono dei trattamenti particolari per il fissaggio dei colori e per ottenere una maggiore morbidezza. La pezza finita viene dunque tagliata e quindi confezionata, ossia rifinita con gli ultimi dettagli. 
E tutto è rigorosamente Made in Italy!

Siret Street Art - Il mio outfit con lo scialle New Tartan

Lo scialle Siret Street Art che indosso nel look di oggi è il modello New Tartan ispirato appunto a questa stampa super popolare e in tendenza. Il tartan viene così reinterpretato e reso ancora più moderno e pop, con forti richiami all'arte di strada (le bombolette e i murales centrali) e mixato ad una stampa animalier. Rosso, azzurro e bianco sono i colori principali di questo piccolo grande capolavoro, ideale per aggiungere un tocco di colore ad un look basico.
Vi piace? Io l'ho abbinato al mio nuovo teddy bear coat di Pop Julia, morbido e caldo. Sul bianco dei colori così spiccano alla grande! 
foulard made in italy

Come contrastare la forfora e favorire il benessere dei capelli

No comments :
La forfora è un problema che può manifestarsi in qualsiasi momento, e che può avere alla base diverse cause legate allo stress o alle condizioni del cuoio capelluto. Ciò che molti ignorano, però, è il fatto che la forfora non è una patologia, ma essa stessa l’effetto di un problema che potrebbe potenzialmente portare alla caduta dei capelli. C'è chi commette l’errore di affrontare questo problema senza considerare la presenza di cause come la dermatite; così facendo, la forfora non può essere curata nel modo giusto e dunque tenderà a ripresentarsi a stretto giro di posta. Questo è sbaglio che commettono in molti, fra i noti più noti possiamo pensare a Cyndi Lauper che l'ha combattuta per anni. Ecco perché oggi vi spiegherò come contrastare la forfora, così da favorire anche il benessere dei capelli.

Forfora: manifestazioni e cause del problema

La forfora dipende sempre da uno stato irritativo del cuoio capelluto, che a sua volta cambia in base alla tipologia di pelle: per questo si parla, distinguendole, di forfora grassa e di forfora secca. Nel primo caso le placche di pelle morta tendono a rimanere sul cuoio e nei capelli, e difficilmente piovono sulle spalle: sono giallastre e unte, e dipendono da una produzione eccessiva di olio sebaceo e dalla presenza di patologie quali la dermatite seborroica. Nel caso della forfora secca, invece, il problema potrebbe essere opposto: dunque una carenza di sebo ed un’eccessiva secchezza della cute, responsabile della desquamazione. Non di rado la forfora secca è una diretta conseguenza dello stress e della psoriasi del cuoio capelluto.


Quali sono le soluzioni per la forfora?

Qualsiasi sia la tipologia, la cosa più importante da fare è ricorrere ad un trattamento antiforfora specifico come questo, che sappia contrastare sia gli effetti della forfora grassa, sia quelli della forfora secca. Dopo di ciò, io vi consiglio di vedere un dermatologo per capire quale problema si trova alla sua base: potrebbe trattarsi di una condizione passeggera dovuta all’ansia o al freddo invernale, oppure potrebbe essere presente una malattia come la già citata dermatite seborroica. Ciò che conta è non peggiorare mai questa condizione, usando solo detergenti e shampoo delicati.

I rimedi naturali per combattere la forfora

Oltre ai trattamenti specifici, potete anche ricorrere ad una serie di rimedi naturali molto efficaci contro la forfora: per esempio, l’aceto di mele o quello bianco sono ottimi perché igienizzano il cuoio capelluto. Un’altra soluzione che mi sento di consigliarvi è l’olio di tea tree, che si dimostra molto efficace in caso di forfora secca. Per quanto riguarda la forfora grassa, meglio evitare gli oli e optare per rimedi come il gel di aloe vera e le maschere per capelli a base di argilla verde: sono consigliati perché purificano il cuoio e aiutano a regolare il sebo. Anche gli infusi all’ortica sono grandi alleati contro la forfora e contro la debolezza dei capelli.
come contrastare la forfora

Creme mani - Le profumate novità Clarins in Limited Edition

Saturday, January 6, 2018

1 comment :

Creme mani - Mai senza in inverno!

Durante la stagione fredda la pelle è ovviamente esposta a maggiori aggressioni esterne come il freddo e il vento; in particolare le mani si possono seccare ed essere soggette a screpolature. Per questo motivo nei nostri beauty non dovrebbero mai mancare delle buone creme mani, da applicare spesso e da portare sempre con noi. 
Proprio per questo motivo nella selezione del prodotto è importante non solo la qualità (ovviamente il primo aspetto da tenere in considerazione) ma anche la praticità del packaging, che non dovrà essere troppo ingombrante. 
Infine, altro fattore di selezione è senza dubbio la fragranza... per mani morbidissime e anche profumate!
Creme mani - Le profumate novità Clarins in Limited Edition 

Jeunesse des Mains - Le nuove creme mani Clarins 

Se come me siete amanti delle profumazioni gourmand beh allora sicuramente non saprete resistere alle tre nuovissimi creme mani Jeunesse des Mains di Clarins
Pensate per donare una vera e propria sferzata vitaminica alle nostre giornate autunnali, sono caratterizzate da note agrumate: 
- Foglia di mandarino - Una profumazione avvolgente e gustosa
- Foglia di limone - Una profumazione fresca e frizzante che evoca il relax estivo all'ombra dei limoni e un prodotto dalle proprietà tonificanti e purificanti.
- Foglia di pompelmo - Un mix di freschezza e acidità.
Creme mani - Le profumate novità Clarins in Limited Edition 
Formulate a partire da estratti di piante, queste creme mani hanno una texture fine e cremosa che ammorbidisce la pelle proteggendola da freddo, sole, acqua calcarea, screpolature. Si stendono facilmente e si assorbono immediatamente non lasciando la fastidiosa sensazione di appiccicoso che invece hanno alcune creme mani più grasse. 
Creme mani - Le profumate novità Clarins in Limited Edition 
Come si applicano? Semplice, per un risultato davvero impeccabile, massaggiate delicatamente dalla punta delle dita ai polsi, riservando una speciale attenzione alle cuticole, fino al completo assorbimento della crema. 
Le vostre mani diventeranno vellutate, idratate, le unghie rigenerate e fortificate. 
Correte ad acquistare la vostra in profumeria!
creme mani

Capodanno 2017 - Il mio outfit

Friday, January 5, 2018

3 comments :
Come avete trascorso l'ultimo giorno dell'anno e i primi momenti del 2018? Io, ormai lontani gli anni dei party e delle ore piccole, ho organizzato una cena con mio marito e altre due coppie di amici, con un totale complessivo di cinque pargoletti scatenati da 19 mesi ai 4 anni! 
Una serata tranquilla per la quale ho scelto un look comodo ma comunque ricercato. 
Scopriamolo insieme nel dettaglio!
Capodanno 2017 - Il mio outfit 

Capodanno 2017 - Il mio outfit

Come vi avevo anticipato in un mio recente post, il brand di intimo Jadea ha inserito nella sua ultima collezione Galà anche dei deliziosi capi di abbigliamento. E per questo Capodanno 2017 ho scelto proprio un abito Jadea, realizzato in cotone e morbidissima maglia di lana ricoperta di paillettes tono su tono... per brillare ma con discrezione! 
Smanicato con collo morbido, è il capo ideale da indossare per una occasione speciale ma per la quale non vogliamo esagerare con l'eleganza. 
Da abbinare con calze coprenti o magari anche ad un paio di collant lavorati per un effetto ancora più wow. 
Outfit Capodanno 2017 - Gli orecchini di Cecilia Rodriguez

Outfit Capodanno 2017 - Gli orecchini di Cecilia Rodriguez

Chi di voi ha seguito il GF Vip quest'anno avrà sicuramente notato i bellissimi orecchini a cuore indossati da Cecilia Rodriguez. Dei maxi cerchi ma con una forma romantica, originali e super femminili. Io li ho acquistati da Mk Bijoux e li ho trovati perfetti per aggiungere un tocco speciale al mio look di Capodanno. Chechu fa davvero tendenza! 
Outfit Capodanno 2017 - Gli stivaletti Barca

Outfit Capodanno 2017 - Gli stivaletti Barca

E infine le scarpe. Perchè per una serata speciale come quella di Capodanno non ho scelto un paio di tacchi? Beh, innanzitutto perchè amo la comodità, ma soprattutto perchè con i miei stivaletti Barca, il trucco c'è... ma non si vede! Questi deliziosi e semplicissimi tronchetti neri hanno infatti un furbissimo rialzo interno, per guadagnare qualche cm senza soffrire. In perfetto stile Isabel Marant ma con un prezzo alla portata di tutti, soprattutto visto che da dopo Natale sul sito barca trovate sconti fino al 50%.
Capodanno 2017 - Il mio outfit
Allora cosa ne pensate del mio look?
outfit capodanno 2017

Après ski - Un outfit per mamma e figlia

Thursday, January 4, 2018

1 comment :
Con il termine après ski, si fa generalmente riferimento a tutta una serie di attività che vengono svolte al termine di una giornata sulla neve (letteralmente "dopo lo sci"). Ci si ritrova nei rifugi, a bere una bevanda calda e a riscaldarsi davanti al fuoco di un camino, per chi ama la tranquillità, oppure nei locali più cool, dove si brinda, si balla e si fanno nuove amicizie.
E ovviamente esiste una vera e propria tendenza nei look après ski, per chi vuole essere trendy dentro e fuori le piste! 
Tendenze moda après ski

Tendenze moda après ski

La moda après ski vede come protagonista la comodità: un abbigliamento "cocoon", comodo, rilassato e oversize. Via libera quindi a maglioni e maxi cardigan,  caldissime felpe, leggings e completi in tricot. Importantissimi anche gli accessori: non possono mancare cappellini, stole e gli immancabili doposci, dai classici e intramontabili Moon Boot fino alle lussuose versioni ricoperte di pelliccia. 
Après ski - Un outfit per mamma e figlia 

Après ski - Un outfit per mamma e figlia 

Come sapete quest'anno ho trascorso gli ultimi giorni del 2017 in montagna con la mia famiglia e finalmente ho portato Flaminia sulla neve! E dopo una mattinata di giochi e pupazzi (ancora è troppo piccola per sciare), ecco qua il nostro outfit mamma figlia après ski, firmato Dodoà
Dodoà è un giovane brand made in Italy, ideato dalla spumeggiante Tamara e che comprende abbigliamento donna, bambini e anche tanti deliziosi outfit mini me, per giocare a vestirsi uguali ai nostri piccoli! E il plus è inoltre la possibilità di personalizzazione dei capi, che possiamo rendere unici scegliendo colori e materiali. 
Per me e Flaminia ho scelto due felpe color cipria con la scritta SUNDAY (una libera ispirazione ai famosi maglioni rainbow di Alberta Ferretti) e due cappelli in coordinato. 
Il look perfetto per qualche ora di relax! 
Che ne dite non siamo adorabili?
après ski mini me

Bomber o cappotto? Entrambi!

Wednesday, January 3, 2018

1 comment :
I protagonisti dei nostri look invernali? Senza dubbio i capispalla. Essenziali per affrontare il freddo...ma ovviamente con stile! 
Il più classico è senza dubbio lui, il cappotto. Un must di ogni guardaroba (maschile o femminile) e che stagione dopo stagione rimane un vero e proprio evergreen. Declinato, ovviamente, in una infinità di modelli, varianti e colori! I più classici rimangono il cappotto nero e il cappotto cammello, ma è divertente osare anche con colori più accessi (un cappotto rosso o un cappotto rosa ad esempio). Questa stagione vede infine il trionfo del cappotto lungo e oversize, ma tante anche le proposte in corto per le più petite. 
Se invece vogliamo guardare ai capispalla più di tendenza e meno classici possiamo sicuramente citare il bomber, la giacca da aviatore. Più sportivo e casual del cappotto, si presta a look da giorno più easy ma anche a combinazioni a contrasto con capi più eleganti.
Quale scegliere? Bomber o cappotto?
La mia riposta è: entrambi!
Bomber o cappotto: una proposta firmata YNot

Bomber o cappotto: una proposta firmata YNot

Perchè scegliere fra due capispalla così alla moda quando in un certo senso è possibile averli ed indossarli entrambi? Per questi giorni di festa che ho trascorso in montagna, ho scelto di portare con me una proposta firmata YNot?: un bomber che è anche cappotto!
I dettagli sono quelli di un bomber (ad esempio le rifiniture elastiche sulle maniche e sui bordi). Stessa cosa per la vestibilità, comoda e over.
Ma la lunghezza maxi e la stampa check sui toni del grigio e del marrone, lo fanno assomigliare anche ad un delizioso cappotto. Insomma praticamente come avere due capi in uno!
Si tratta inoltre di un capospalla caldissimo, quindi perfetto anche per stare sulla neve!
Bomber o cappotto: una proposta firmata YNot

Il mio outfit da montagna 

Come ho deciso di indossare questo bomber? Con un caldo maglione color panna, un paio di jeans e gli immancabili Ugg (nella versione in pelle, ancora migliore per la neve perchè non si bagna!). Un cappellino di ordinanza e i miei nuovi occhiali da sole été lunettes, brand di cui da tempo mi sono innamorata per la qualità ed il design unico dei suoi prodotti, la cui caratteristica distintiva è quella di avere inserti in vera piuma nelle montature. Trés chic!
Cosa ve ne pare della mia scelta?
bomber a quadri

Buoni propositi per l'anno nuovo

Tuesday, January 2, 2018

No comments :
La fine di un anno è solitamente un momento di bilancio di quello che sono stati i dodici mesi precedenti e di aspettativa verso quelli a venire. Anno nuovo, vita nuova! Si stila così una lista di buoni propositi per l'anno nuovo, sempre con la speranza di migliorare la propria vita, raggiungere nuovi traguardi, piccoli grandi obiettivi. 
E se ognuno di noi ha ovviamente i propri desideri, diversi da quelli di ogni altro, ecco qua per voi una lista di propositi per il 2018, che dovrebbe davvero essere valida per tutti. 
Buoni propositi per l'anno nuovo 

Buoni propositi per l'anno nuovo 

Buoni propositi per l'anno nuovo 
Fare di più quello che vi rende felici 
Niente ci fa stare meglio di fare ciò che davvero ci rende felici. E allora dedicate più tempo a queste piccole cose, che sia una classe di yoga, cucinare... o scrivere sul vostro blog!
Buoni propositi per l'anno nuovo 
Provare qualcosa di nuovo 
Fate che il 2018 sia l'anno in cui finalmente proverete quella cosa che avete sempre voluto fare e ancora non avete fatto! 
Buoni propositi per l'anno nuovo 
Imparate a mettervi al primo posto 
Amatevi di più. Voi siete importanti e mettervi al primo posto non significa essere egoisti bensì semplicemente imparare a dare maggiore importanza alla propria felicità. 
Buoni propositi per l'anno nuovo 
Essere orgogliosi di voi stessi...
Cercate di dare riconoscimento ai risultati che già avete raggiunto, siate orgogliosi dei traguardi raggiunti! Non devono essere solo gli altri a dirvi "BRAVO", fatelo anche da soli e perché no, concedetevi anche un bel premio ogni tanto! 
Buoni propositi per l'anno nuovo 
...e smettere di pensare a quello che pensano gli altri! 
La vita è troppo breve per dare troppo peso all'opinione degli altri. Anche perché, diciamocelo, chi impiega il suo tempo a giudicare le altre persone e la loro vita spesso non è un pulpito a cui prestare attenzione.

E buon 2018 a tutti!
buoni propositivi 2018