Powered by Blogger.

L'importanza della protezione solare per i bambini

Tuesday, May 26, 2020

No comments :
Proteggersi dal sole è importante per tutti. Ma lo è ancora di più per i bambini, la cui pelle è molto più sensibile e delicata rispetto a quella degli adulti. 

Per questo stesso motivo è fondamentale anche scegliere solo prodotti che abbiano caratteristiche di particolare delicatezza e purezza, altrimenti rischieremmo di creare problemi alla pelle anziché prevenirli! Il mio consiglio è dunque quello di scegliere solo creme solari naturali e bio con filtri fisici e naturali, come quelle disponibili su BioVeganShop. Mentre infatti i filtri chimici assorbono le radiazioni, i filtri naturali riflettono i raggi solari e quindi proteggono e difendono in maniera migliore la pelle. 

Per i bimbi è inoltre importante: 
- Scegliere prodotti con protezione molto alta e un fattore SPF di 50+; 
- Prediligere il formato spray, di più facile applicazione rispetto alle creme. Noi mamme sappiamo bene quanto sia difficile tenere fermi i bambini, soprattutto in spiaggia! 


Per Flaminia due sono i prodotti che utilizzo sempre: 

Spray solare bimbi "Sensitive" - SPF 50+ di Eco Cosmetics, formulato con Melograno e olio di Oliva (che nutrono intensamente la pelle lasciandola morbidissima!). 
Di questo prodotto mi sono innamorata da subito della texture innovativa che dopo l'applicazione non lascia traccia sul corpo; inoltre il pratico formato in spray consente di distribuire la crema in modo uniforme ma rapido. 
Inoltre si tratta di uno prodotto resistente all'acqua, quindi protegge perfettamente i bambini anche durante il bagno.

Ey! Spray solare bimbi "Sensitive" - SPF 50+, formulato con olio di Enotera, Jojoba e Oliva. Anche questo prodotto ha una texture ottima, fluida e leggera, che permette di spalmarlo e farlo penetrare con facilità senza lasciare tracce bianche su viso e corpo. Ha inoltre una profumazione gradevole. 

Entrambi questi prodotti sono inoltre 100% biodegradabili e non nocivi per gli organismi acquatici, perché, ricordiamocelo sempre, è importante pensare non solo a se stessi ma anche all'ambiente!
proteggersi dal sole

L’astrologia al telefono la nostra prova con Giupiter

Monday, May 25, 2020

No comments :

L’astrologia al telefono la nostra prova con Giupiter.com



La consulenza online è un fenomeno in continua crescita e, contro ogni aspettativa, affidarsi al web da parte degli utenti per avere consigli, pareri di tipo professionale ma anche personale è diventato negli ultimi tempi una modalità di tipo quotidiano molto accreditata e ricercata. Anche nel mondo dell’astrologia in linea gratis e della lettura dei tarocchi la consulenza via internet si è trasformata e adeguata all’esigenze della rete che richiedono alle piattaforme adeguate d’essere non solo meritevoli d’attenzioni, ma anche di offrire servizi credibili, possibilmente forniti d’addetti ai lavori specializzati in grado di conquistare gli utenti per la loro serietà correlata anche ad un costo del servizio di tipo più economico rispetto a quello del reale.

La piattaforma Giupiter.com
Giupiter è una piattaforma online che ha ben realizzato un’offerta di consulenza online coerente con le esigenze del web, ma anche con quelle richieste dagli utenti che hanno trovato nei vari servizi offerti dal sito una soddisfazione non indifferente. Secondo questa breve analisi è opportuno dire che l’astrologia in linea oggi viaggia anche online in modo esaustivo e anche soddisfacente, e nonostante alcune critiche iniziali è riuscita a confermarsi come una materia d’interesse popolare a cui in molti fanno riferimento per determinare scelte personali. In questo senso l’astrologia in linea non va vista solo come una scienza astratta finalizzata alla lettura degli astri o anche dei tarocchi come monito di un futuro prossimo, ma può essere considerata soprattutto se accreditata un punto d’appoggio e di sostegno per tutte quelle persone che necessitano di un consiglio o di un parere per prendere una decisione determinata la cui consapevolezza può creare disagi e insicurezze.

Il pubblico della cartomanzia online
Il pubblico che fa riferimento alla consulenza online soprattutto in materie come l’astrologia è decisamente vasto, e per conquistarlo è necessario offrire una prestazione completa ma non per forza speculativa, mettere a disposizione personale specializzato che opera con passione e non prevalentemente a scopo lucrativo  è il primo passo per realizzare una piattaforma di consulenza online adeguata che merita il riconoscimento di credibilità e che nel corso del tempo di sicuro riceverà feedback positivi dai suoi clienti e a questo che mira Giupiter quando propone i suoi professionisti ma soprattutto i variegati servizi di consulenza online come l’astrologia in linea.

L’astrologia in linea al tempo del coronavirus
Ovviamente in questo determinato periodo storico i servizi online hanno ormai un posto in prima linea e hanno aiutato a fronteggiare l’emergenza Covid-19 in modo decisamente esaustivo essendo sempre disponibili e offrendo servizi soddisfacenti; molti gli utenti che si sono collegati per avere un consulto astrologico e che hanno potuto godere dei tanti vantaggi offerti potendo avere dei pareri professionali in materia di lettura degli astri ma anche dei tarocchi. La cartomanzia resta infatti una sezione molto amata e richiesta e spesso viene legata anche all’oroscopo personalizzato, un’altra nicchia del settore che necessita di preparazione e conoscenza della materia.
Un consulto di astrologia in linea non è semplice e   va effettuato con estrema professionalità, elementi questi valutati dal sito sopra citato per offrire un servizio soddisfacente per i propri utenti sempre alla ricerca di novità in materia.
astrologia al telefono


Tendenze moda estate 2020 - Maniche in primo piano

Monday, May 18, 2020

2 comments :
Lunghe o corte che siano l'importante è che abbiamo un volume esagerato. Sto parlando delle maniche, vere protagoniste delle tendenze moda estate 2020. 
Delle vere architetture di tessuto perfette per rendere speciale anche il summer mini dress più semplice del mondo, diventando il fulcro di ogni look! 

Quelle più in in tendenza al momento sono senza dubbio le maniche a palloncino (baloon o puff sleeves), gonfie e vaporose, che appunto vanno a creare come un palloncino di tessuto che parte dalla spalla e si richiude poi al polsino o sopra il gomito. Un trend che arriva direttamente dagli anni '80, periodo in cui l'esagerazione nella moda era all'ordine del giorno. 
Le maniche a palloncino si riversano dunque su giacche, camicie, top e vestiti, da indossare soprattutto quando l'obiettivo è non passare inosservate. Risultano dunque perfette sugli abiti più eleganti (formal dresses), rendendoli ancora più unici e di classe. 
Prendete ad esempio l'abito in foto: un modello semplicissimo, monocolore. Sono proprio le maniche a renderlo speciale, aggiungendo originalità e movimento e trasformandolo da vestitino quasi banale a capo perfetto anche per una serata fuori. 
Le maniche a palloncino sono perfette sia per chi ha spalle minute e braccia magre, aggiungendo volume, sia per chi ha le braccia in carne, che vengono così mascherate. Dunque ok per i fisici a para ma attenzione se siete curvy a trecento sessanta gradi perché rischiereste di non armonizzare la vostra figura seguendo questo trend. 
Inoltre, se optate per un top con maniche a palloncino ricordatevi sempre che ad una manica importante deve corrispondere sempre un look sobrio, ad esempio un pantalone slim, una gonna semplice e accessori minimal.
maniche a palloncino
Altra tendenza fortemente in ascesa è quella delle maniche a campana (bell sleeves), revival stavolta degli anni'70. Si tratta di maniche che partono strette in alto e poi si allargano gradualmente verso il polso, spesso tagliate sul lato per un effetto svolazzante o arricchita da ruches e volant. 
In questo caso si tratta di un trend che si adatta particolarmente bene ai vestiti dal sapore boho e vintage (i cosiddetti vintage girls dresses) e che riesce ad aggiungere un tocco di movimento, volume e originalità. Una manica sofisticata e femminile ideale soprattutto per chi ha il busto minuto e in grado di slanciare la figura. 
maniche a campana
Pronte dunque a calare il vostro "asso nella manica"? 

Sigaretta elettronica: come è cambiato il giudizio dell'opinione pubblica nel corso degli anni

Tuesday, May 12, 2020

No comments :
La storia della sigaretta elettronica: un progetto nato ad Hong Kong, fondamentale per migliorare il benessere collettivo

Uno degli argomenti più dibattuti in Italia e nel mondo, per quanto riguarda la categoria salute e benessere, ha come focus principale la sigaretta elettronica. Molti fumatori di sigarette, specie i più incalliti, così come gli amanti del fumo lento, pipe e sigari, da diversi anni hanno iniziato a seguire un percorso differente, prediligendo l’acquisto di e-cig e di liquidi per la sigaretta elettronica. Svapare è diventato sempre più frequente. Sono pertanto in molti tra i fumatori e i non fumatori che si chiedono se la sigaretta elettronica fa male. Per ulteriori informazioni consulta il seguente articolo.

In questo post vedremo come l’e-cig è cambiata nel corso degli anni.

Due partiti, due anime: la sigaretta elettronica fa male, sì o no?
Sulla tematica in questione, è possibile asserire che le opinioni sono sostanzialmente due: c’è chi crede che la sigaretta elettronica sia più salutare rispetto al fumo tradizionale e chi, di converso, crede che non vi siano differenze sostanziali. Anzi …

Gli obiettivi dei produttori di e-cig
L’anno in cui avvenne il debutto della sigaretta elettronica era il 2000. Se facciamo un confronto rispetto a 20 anni fa, di cambiamenti ce ne sono stati davvero a iosa, specie per ciò che concerne la componente tecnologica che per la varietà di modelli. Obiettivo primario dei produttori di e-cig è stato sempre quello di apportare miglioramenti concreti ad un prodotto che sul mercato ha quasi sempre registrato segni positivi, al fine di soddisfare le esigenze, sempre più specifiche, degli end-user. Per i produttori, la sicurezza è sempre stata uno dei cavalli di battaglia da tenere in considerazione. Sul mercato dovevano finirci sempre dispositivi sicuri.
L’altro aspetto fondamentale per la crescita di questo business, verteva sullo sviluppo di liquidi per sigaretta elettronica, contraddistinti da varie tipologie di aroma. In commercio, infatti, ci sono infinite soluzioni altamente personalizzate quando si tratta di svapare.

Il parere agli esperti
Sul benessere derivante dall’utilizzo dell’e-cig, è giusto solo che a parlare siano gli esperti, a patto che vengano dati pareri tecnici. Le caratteristiche delle sigarette elettroniche, di fatto, dovrebbero essere messe in secondo piano. Non sempre, purtroppo, la cosa si verifica, dato che a prevalere sono alla fine le classiche linee guida.
In ogni caso, per chi inizia a svapare, su internet si possono leggere tutta una serie di spunti interessanti.

La storia della sigaretta elettronica
Era il 2003, quando Hon Lik, esperto di medicina tradizionale cinese, presentava il prototipo di sigaretta elettronica nella lontana Hong Kong. Il suo obiettivo prioritario era quello di mettere in commercio una soluzione che consentisse ai fumatori di smettere di fumare. Anche lui, che aveva da anni il vizio del fumo, più volte aveva provato a lasciare il giro, senza però esserci mai riuscito.
La diffusione della sigaretta elettronica, inizialmente un po’ denigrata a mezzo stampa, fu tutto sommato veloce. Dopo Hong Kong, a distanza di solo 6 mesi, spopolava in Cina. Entro la fine del 2004, era una realtà consolidata in buona parte dei Paesi dell’Estremo Oriente.
Chi aveva iniziato a testarla, si definiva complessivamente soddisfatto. Molti erano coloro che avevano detto stop al fumo. L’invenzione simulava in tutto e per tutto la classica sigaretta, ma senza nuocere a chi svapava. In riferimento al liquido, non si registrava combustione delle sostanze, come tuttora, dato che viene semplicemente riscaldato. Se non viene portata a combustione, è chiaro che la nicotina faccia molti meno danni, in quanto le scorie non tendono a depositarsi nei polmoni.

Nicotina e dipendenza: un binomio affrontato in maniera seria da Hon Lik
La presenza di nicotina nei liquidi per sigarette elettroniche, almeno in fase iniziale di sviluppo del prodotto, era pressoché obbligatoria. Molti fumatori, infatti, ne sono strettamente dipendenti. 
Questo Hon Lik lo sapeva benissimo. Ecco spiegato il motivo per cui di liquidi per svapare, contenenti nicotina, ce ne sono tanti sul mercato. In fase iniziale, il progetto maturato ad Hong Kong prevedeva due cariche con concentrazioni differenti di nicotina. L’interruzione del dosaggio poteva essere raggiunta solo per passaggi graduali e non in modo diretto con l’avvento di liquidi privi di nicotina.

Quali sono i formati di sigarette elettroniche e di liquidi e-cig più diffusi?
Affinché l’e-cig potesse costituire una reale alternativa alla sigaretta elettronica, sono subentrate anche logiche di marketing e strategie di comunicazione, volte a sottolineare come i danni causati dal fumo potessero essere evitati, senza particolari intoppi.

Cosa è cambiato nel corso del tempo?
Inizialmente, a fungere da ricarica vi era un unico flacone, contraddistinto da dimensioni decisamente contenute. Con il passare dei mesi, però, la cosa appariva decisamente rigida. Numerosi consumatori tornavano a fumare la sigaretta tradizionale. Ecco allora che per bypassare questo vero e proprio anello di debolezza, i produttori di sigarette elettroniche finirono per mettere in commercio formati di e-liquid altamente innovativi, andando a centrare appieno le esigenze degli svapatori, oramai divenute sempre più sofisticate.
Il primo step, nello specifico, consisteva nel dividere il liquido di base, neutro per gusto, in soluzioni contenenti diverse percentuali di nicotina (alta o bassa) e varie tipologie di aroma. Lo svapatore di turno, pertanto, aveva il vantaggio di sperimentare una moltitudine di gusti, andando a scegliere l’aroma di suo gradimento. Insomma, la personalizzazione delle esigenze del diretto interessato, desideroso di dire addio al fumo tradizionale, era diventata una costante. La scelta tra gli aromi preconfezionati dei vari e-liquid era un lontano e sbiadito ricordo del passato.
La volontà di sperimentare nuove combinazioni, alla ricerca di quella ritenuta ideale, finì per decretare il successo della sigaretta elettronica sul mercato. La stessa logica di funzionamento relativa agli aromi venne applicata alla lettera anche alle percentuali di nicotina. L’end-user diluiva a proprio piacimento il liquido di base.
L’unico ostacolo era costituito dalle dimensioni ridotte del flacone: con liquidi di appena 10 millilitri, purtroppo, la gestione della concentrazione dell’e-liquid non era proprio comoda. Tutt’altro.
Per aggirare questo problema, i produttori decisero di commercializzare ricariche, superiori per dimensioni: 60 millilitri massimo che, però, potevano essere riempite sino a 50 millilitri. Toccava poi al vaper tenere sotto controllo le varie componenti, aggiungendo aromi e nicotina, tenendo conto dei suoi gusti e delle sue esigenze effettive.

Terpy.it, la migliore realtà in Italia e in Europa per chi vuole smettere di fumare, optando per l'e-cig
In un contesto, oggigiorno a differenza di 20 anni fa, altamente competitivo, come quello delle sigarette elettroniche e dei liquidi e-cig, riuscire ad emergere nell’e-commerce è possibile, solo se si decide di puntare fortemente sulla qualità. Ed è in questo modo che è partita la storia di successo di terpy.it, allo stato attuale della core piattaforma elettronica numero uno sia in Italia che in Europa nel comparto in oggetto.
La filosofia aziendale di questa splendida realtà imprenditoriale, situata a Milano, verte tutta attorno alla scelta accurata dei prodotti. Ad occuparsene, infatti, sono esperti professionisti del settore, in grado di distinguere, grazie ad una pluriennale esperienza acquisita sul campo, quali sono i migliori liquidi per le sigarette elettroniche. L’obiettivo finale di terpy.it è solo uno: quello di garantire ad una clientela, oggi sempre più consapevole di ciò che sceglie, la migliore esperienza possibile. La sicurezza è, di default, il valore cardine di chi opera in questo mercato. E, in quest’ottica, l’e-shop terpy.it non costituisce di certo un’eccezione.
Vantaggio competitivo di questa piattaforma online è quello di saper centrare appeno i desideri dei clienti. L’ampliamento della gamma di liquidi per sigaretta elettronica va infatti letta in questo senso. Ciò vuol dire consentire a chi vuole dire stop al fumo di acquistare e-liquidi cremosi, fruttati per aromi, tabaccosi con una percentuale alta, bassa o del tutto assente di nicotina. La scoperta di nuovi aromi è quello che numerosi end-user cercano, nel momento in cui si cimentano nella sfida di smettere di fumare.
Lo staff di terpy.it è in grado di venire incontro ad ogni tipologia di richiesta, fornendo tutte le delucidazioni del caso. Proprio come i veri professionisti di un settore, sempre più in espansione, sanno fare.
Consentire ai numerosi clienti di personalizzare il prodotto, rendendolo in linea a ciò che è di proprio gradimento, ha fatto sì che questo shop potesse rendere disponibile una formula di acquisto, impossibile da trovare e da provare altrove.
Il vaper di turno che acquista su terpy.it, ha la possibilità di selezionare il dosaggio. La scelta ricade su una soluzione neutra, sull’aroma maggiormente apprezzato e sulla percentuale di nicotina dipendente dai suoi reali obiettivi. Tocca al team di terpy.it procedere all’elaborazione dell’ordine e procedere alla consegna. I tempi di spedizione sono complessivamente rapidi: il prodotto selezionato viene consegnato nel giro di 24 / 48 ore lavorative all’indirizzo di domicilio indicato online.
Il vaper potrà, pertanto, contare su un liquido già pronto o destreggiarsi nella formulazione di liquidi e aromi in rapporto a ciò che gli spiace. Gusti e sensazioni davvero unici che solo la sigaretta elettronica riesce ad accontentare. Insomma, i migliori liquidi per e-cig sono disponibili solo su terpy.it.

Conclusioni
Nel corso degli anni, la diffusione della sigaretta elettronica è avvenuta su scala mondiale in tempi piuttosto rapidi. In molti la considerano una concreta alternativa alla sigaretta e al fumo tradizionale. Non solo i fumatori sono di questo avviso, ma anche rinomate realtà locali. Si pensi ad esempio, al programma anti-fumo del National Health Service (NHS) in Regno Unito. L’idea di fondo è che l’e-cig rientra in questo programma che aiuta a smettere di fumare una volta per tutte coloro che lo desiderano fortemente, ma che nel corso degli anni non ci sono riusciti, nonostante numerosi tentativi non andati a buon fine.
Sono infatti numerosi gli studi scientifici che dimostrano senza se e senza ma che la sigaretta elettronica non arrechi alcun danno alla salute di chi svapa. A differenza delle classiche sigarette che fanno male al portafogli e, soprattutto, alla salute.
sigaretta elettronica

Consigli per combattere la cellulite

Tuesday, May 5, 2020

1 comment :
La cellulite è senza dubbio il nemico numero uno per tutte le donne. Si tratta infatti di un inestetismo davvero comune e anche difficile da eliminare. Ovviamente non esiste una formula magica in grado di eliminarla in maniera miracolosa, esistono però numerosi accorgimenti per prevenirla e ridurla. 
Scopriamo dunque insieme alcuni consigli per combattere la cellulite

Combattere la cellulite - Lo stile di vita

Per combattere in maniera efficace la cellulite è necessario innanzitutto cambiare il proprio stile di vita. Dieta sana e attività fisica regolare sono alla base per dire definitivamente addio alla buccia d'arancia. Esistono inoltre anche altre buone abitudini da adottare come ad esempio: 
- evitare alcool e fumo; 
- evitare di indossare abiti troppo stretti e tacchi troppo alti; 
- cercare di ridurre lo stress. 

Combattere la cellulite - I cosmetici 

Nella guerra alla cellulite è poi fondamentale anche scegliere i giusti cosmetici, da usare in maniera costante. I trattamenti anticellulite sono infatti delle armi fondamentali in questa guerra contro la buccia d'arancia!
Io utilizzo quotidianamente la crema anticellulite di Antos, a base di estratti di erbe, che agisce sull'epidermide svolgendo un’azione drenante, levigante ed elasticizzante. Importantissima è la modalità di applicazione: un massaggio da fare in maniera accurata e che contribuisce a rassodare i tessuti e migliorare la circolazione. E questo prodotto è ideale allo scopo grazie ad una consistenza densa ma non troppo. Io poi ne amo anche la profumazione! 
Sempre su Biovegan Shop (ormai il mio punto di riferimento per tutti i prodotti di cosmesi bio!) ho acquistato anche il bagnoschiuma anticellulite di Antos che oltre alla sua normale funzione detergente contribuisce al trattamento degli inestetismi della cellulite. Grazie agli estratti di alghe ed Ippocastano aiuta a stimolare la circolazione sanguigna e dona alla pelle un aspetto più tonico e sano.

In sintesi, ricordatevi che la cellulite va combattuta su più fronti, con pazienza e costanza! 
cosmetici bio anticellulite